CGL, CISL e UIL chiedono la liberazione del porto di Trieste

17 Ottobre 2021 By VALLE INTELVI NEWS 0

“Non si esasperi questa situazione perché, nel rispetto di tutte le idee, chiediamo che la maggioranza non sia ostaggio di una minoranza”.

Sempre più in basso. Viene da chiedersi perché un sindacato, se ancora così possiamo chiamarlo, senta il bisogno di sostituirsi al governo in una situazione simile.

La risposta può essere solo una: si vedono scavalcati nella rappresentanza dei lavoratori e sono pronti a tutto, persino a invocare l’uso del manganello contro chi fa sciopero per il diritto al lavoro.

Nemmeno 24 ore dopo essere andati in piazza per dire “Mai più fascismi” mentre centinaia di migliaia di lavoratori scioperavano in tutto il paese per poter lavorare liberamente.

C’è una sola cosa da fare ed è urgente: stracciare la tessera sindacale.

MV